ESSENTIA ANIMAE



essènza s. f. [dal lat. essentia, der. di esse «essere»]. – In filosofia, la realtà propria e immutabile delle cose.


ànima s. f. [lat. anĭma «soffio»]. – Il principio vitale dell’uomo, di cui costituisce la parte immateriale, origine e centro del pensiero, del sentimento, della volontà.

Da tempo sento la necessità di fotografare ciò che di più puro, vero, autentico, possiede l'uomo.

Se stesso.

Se stesso nella sua ordinarietà, nei suoi pregi e difetti, nella sua vita fatta di errori, sconfitte, vittorie, gioie e dolori.

La vita stessa che prende forma in ogni singolo essere umano.

In questo piccolo spazio, tutto mio, voglio raccontarvi della normalità.

Nessun supereroe, nessun influencer, nessuno specialista in nessun settore. Nessun fenomeno.

Voglio raccontarvi l'essenza dell'Anima.

Essentia Animae


Il progetto è lungo e per me anche pieno di emozioni contrastanti, seduta accanto a quelle persone normali, ma posso assicurarvi uniche, che hanno voglia di raccontarsi, ascolterò la loro vita, ciò di cui hanno voglia e necessità di narrare.

Storie di vita vera, di amore, di dolori e di felicità o di infelicità.

Con loro riderò e piangerò.

E scatterò una foto, non saremo più fotografo e fotografato, saremo una connessione di anime.

Il risultato stesso sarà una fotografia dell'anima e non della persona nella sua fisicità.

Entrando in punta di piedi nella loro essenza.


Antonella Cilìa

EMANUELE - IL BAMBINO SENZA PAURA


Per scrivere questo racconto dovrei saltare sui tavoli e fare le capriole sul divano, proprio come fa Emanuele mentre i suoi genitori, Stefania e Luca, mi narrano della sua storia. Un bambino pieno di energie e senza nessuna paura del pericolo. D'altronde difficile avere paura quando ad un solo giorno di vita, appena nato, ti strappano via dalle braccia della mamma per portarti in sala operatoria. E ancora meno, quando a 7 giorni dalla nascita, effettuano una complessa operazione a cuore aperto. Emanuele nasce e i dottori si accorgono subito che qualcosa non va, è cianotico, cosi tutto quello che la sua mamma aveva sognato e pianificato per il giorno della nascita, sfuma, si sgretola davanti al terrore di vedersi portato via d'urgenza il proprio bambino. Emanuele ha una grave cardiopatia, la sua circolazione è invertita e il sangue non viene ossigenato in modo adeguato. Nel suo primo giorno di vita viene immediatamente operato per contrastare la mancanza di ossigenazione, ma si tratta di una soluzione temporanea. E dopo 7 giorni in terapia intensiva deve essere nuovamente operato. Un'operazione su un corpicino di soli 2,5 kg, dove tutte le valvole del suo cuoricino devono essere invertite. Una operazione difficile che dura 10 ore. Un'operazione a cuore aperto, in cui il cuore viene portato all'esterno della cassa toracica e deve rimanere fuori, appoggiato allo sterno anche qualche giorno dopo l'operazione. I suoi genitori sono forti, pieni di speranza e nonostante la complessità dell'operazione credono nella grande voglia di vita del loro piccolo. Oggi Emanuele è un bambino cardiopatico, ma salta, corre e si lancia come un supereroe che non teme niente e nessuno. Non ha paura del dolore, non ha paura di fare le capriole e cadere. Coraggioso, allegro e dinamico, ecco chi è il piccolo Emanuele, e che sudata, per me e la sua mamma, tenerlo fermo per fare una foto. I superpoteri forse esistono, si chiamano Vita.


Antonella Cilìa


288 visualizzazioni