CERTIFICATO SULLA SICUREZZA NEONATALE

Aggiornamento: 11 mag

Un attestato necessario per il fotografo Newborn.


L'Associazione Italiana Fotografi di Bambini, AIFB, di cui facciamo parte, ha organizzato una giornata di formazione davvero importante. Abbiamo partecipato con piacere, ma, soprattutto, con dovere. Dovere verso i nostri clienti e verso i neonati che loro ci affidano.

Già nel 2019, insieme all'osteopata Riccardo Bagagli, avevamo fatto un corso di formazione personale sulla sicurezza neonatale, per approcciarci ai neonati con etica e professionalità, e oggi abbiamo rafforzato ancora di più la nostra disciplina.

La dottoressa Caterina Ferrari, osteopata neonatale, ci ha illustrato molti temi importanti per i bambini appena nati.


Sono stati toccati argomenti molto delicati, quali la sicurezza delle pose Newborn, quali pose fare con i neonati, quali è meglio evitare per non creare danni, la posizione della testa del neonato, come è meglio posizionarla sul beanbag e sulle ceste, la presenza del ciuccio durante il servizio fotografico per rasserenare il piccolo, ad esempio è emerso che il ciuccio preso esclusivamente durante il servizio fotografico non inficia assolutamente la suzione del seno.


Ore intense e una giornata piena di gioia per poter dare il meglio ai nostri clienti, il CERTIFICATO SULLA SICUREZZA NEONATALE lo vedrete alle pareti del nostro studio, perchè ne siamo orgogliosi, e perchè per fotografare i neonati non basta l'amore per i bambini, l'essere mamma o saper usare una macchina fotografica, servono studio, impegno e sudore.

Creare un danno, una lussazione, un problema di circolazione durante una posa da parte di un fotografo non professionista o di chi si approccia da poco alla fotografia newborn senza studiare, può essere davvero una situazione reale in cui una mamma può incappare.

Ma noi oggi abbiamo un tassello in più per poter affermare che affidandoci il vostro bambino, siete in buone mani.



La gestione dei bambini dai 0 ai 5 anni negli shooting fotografici


Molto del nostro lavoro si svolge con i bambini dai 0 ai 5 anni, con tutte le loro problematiche, capricci, timidezza e a volte rabbia.

Come gestire tutte queste emozioni? E come gestire un genitore in preda al figlio e alle sue crisi durante lo shooting fotografico?

La dottoressa Morena Drago, Pedagogista Neonatale, ci ha spiegato la formazione e l'evoluzione del cervello dei bambini, come affrontare le crisi di rabbia, come approcciarsi al bambino.


Ovviamente ogni caso è differente, ogni bambino unico e l'aiuto dei genitori fondamentale per la buona riuscita del servizio fotografico. Non esiste e non abbiamo nessuna bacchetta magica che trasformi un bambino in studio, che gli faccia venire voglia di affrontare uno shooting se fa i capricci, ma esiste la collaborazione stretta e necessaria con i genitori e il dialogo. Ma abbiamo appreso tante tecniche per migliorare la nostra relazione con i bambini in studio.

Il nostro bagaglio culturale è un po' più pieno oggi, la nostra esperienza e lo studio, la conoscenza dello sviluppo dei bambini e la voglia continua di rapportarsi con loro, ci fa amare sempre di più il nostro lavoro.





23 visualizzazioni